Archive for the ‘Oggi accadeva:’ Category

Oggi accadeva

febbraio 24, 2018

A cuea di Rnnio Boccanera

1966        24          febbraio          Lazio

Risultati immagini
Aldo Moro

 

 

Moro vara il suo terzo governo, formato da un quatripartito: DC, Psi, Psdi e Pri.

 

Giorni di storia

La storia

Il Governo Moro III è stato il ventunesimo governo della Repubblica Italiana, il quarto e ultimo della IV legislatura.

È rimasto in carica dal 24 febbraio 1966 al 25 giugno 1968 per un totale di 852 giorni, ovvero 2 anni, 4 mesi e 1 giorno.

Wikipedia

Annunci

Oggi accadeva

febbraio 23, 2018

 

A cura di Ennio Boccanera

1965        23         febbraio        Stati Uniti

Risultati immagini
Stan Laurel

 

Muore a Santa Monica, all’eta di 74 anni, Stan Laurel, l’attore inglese che in coppia con Oliver Hardy aveva formato il duocomico più acclamato della storia del cinena.

 

Da Tele-sette n° 8 del 14/02/17

La storia

Stan Laurel, pseudonimo di Arthur Stanley Jefferson (Ulverston, 16 giugno 1890Santa Monica, 23 febbraio 1965), è stato un attore, comico, regista, produttore cinematografico e sceneggiatore britannico.

Stan Laurel, meglio conosciuto per il ruolo di Stanlio del duo comico Stanlio e Ollio (Laurel & Hardy), «è considerato uno dei più grandi attori comici di tutti i tempi; agilissimo nella sua fisicità e geniale nell’invenzione comica, ha innovato profondamente il modo di recitare la comicità per le sue capacità di rendere ricco di particolari intriganti un individuo “apparentemente stupido”.»[1] I suoi giochi di parole molto spesso erano frasi semplici, ma venivano espresse con variopinte e bizzarre combinazioni.

Wikipedia

Oggi accadeva

febbraio 22, 2018

A cura di Ennio Boccanera

1962         22          febbraio          Lazio

 

Fanfani presenta il suo IV governo, un tripartito DC-Psdi-Pri che ha l’astensione del Psi, basato su un programma di grandi riforme. Nasce così il centro-sinistra.

 

Giorni di storia

La storia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Governo Fanfani IV è stato il diciassettesimo governo della Repubblica Italiana, il quinto e ultimo della III legislatura.

È rimasto in carica dal 22 febbraio 1962 al 22 giugno 1963 per un totale di 485 giorni, ovvero 1 anno e 4 mesi.

Wokopedia

Oggi accadeva

febbraio 21, 2018

 

A cura di Ennio Biccanera

1950         21          febbraio          Lazio

Risultati immagini
Giuseppe Di Vittorio

 

 

La Cgil apre la propria conferenza economica nazionale in cui sarà discusso e precisato il ” piano del lavoro ” proposto da Di Vittorio.

 

Da L’Unità del 21/02/1950

 

Oggi accadeva

febbraio 20, 2018

 

 

A cura di Ennio Boccanera

1956      20      febbraio      Sicili

Un morto a Comiso ( Ragusa ) in scontri tra braccianti e polizia. Incidente anche a Foggia (Puglia ): quaranta persone vengono fermate.

Giorni di storia

La storia

Il terribile inverno del 1956: lotte sociali e gelate disastrose ai primi di febbraio. In una situazione di aspro scontro sociale per l’applicazione della riforma agraria e l’assistenza sociale, in occasione della manifestazione a Comiso il 20 febbraio, durante una carica di polizia, ingiustificata ed assurda, Paolo Vitale, bracciante, viene selvaggiamente picchiato da un poliziotto con uno sfollagente e muore. Il ministro dell’Interno dell’epoca Tambroni cerca di addossare la responsabilità degli incidenti agli organizzatori che vengono denunciati, mentre una decina di braccianti sono tratti in arresto. Ma con una coraggiosa sentenza, il Tribunale di Ragusa li manderà assolti, addossando la responsabilità dell’accaduto all’insensata condotta del dirigente della P.S. dell’epoca. Nessuno però pagò per la morte di un umile bracciante, il cui sacrificio è giusto ricordare nel 60° dei fatti. .
Paolo Monello

Oggi accadeva

febbraio 19, 2018

 

A cura di Ennio Boccanera

1949          19         febbraio         Mondo

 

Federazione Sindacale Mondiale

 

 

Si spezza anche la Federazione sindacale mondiale, vittima della guerra fredda. I sindacati di Inghilterra, Usa e Olanda si ritirano, formeranno un nuovo organismo internazionale in opposizione alla Fsm accusata di filocomunismo.

 

Giorni di storia

Oggi accadeva

febbraio 18, 2018

 

A cura di Ennio Boccanera

1945          18          Febbraio          Austria

Risultati immagini per campi di concentramento in austria

 

 

Milk, prima domenica di Quaresima, don Lavallart diceva la sua ultima messa e poi “entrava” al Revier. La setimana seguente, il Kapò chiese il numero di matricola di tutti coloro che non si sentivano in grado di eseguire a piedi un “trasferimento “. Il sacerdote diede il sou nome. Tutti i Musulmani furono avviati a Mauthausen. Tre giorni e tre notti di viaggio, completamente nudi; molti sarebbero morti di freddo. Arrivati al campo, fummo allineati a gruppi di cento, poi l’autopompa ci innaffiò copiosamente. C’erano 20° sotto zero.

 

Lager Nazisti pag. 87

 

oggi accadeva

febbraio 17, 2018

 

A cura di Ennio Boccanera

1945           17           febbraio         Trentino alto Adige

Bassano del Grappa – Un’ora prima del coprifuoco, quattordici partigiani, tra i quali Andrea Cocco, tutti in abiti contadini, attraversano il centro cittadino trainando un rimorchio agrigolo carico di 250 chilogrammi di esplosivo, fiancheggiati dal comandante Primo Visentin in uniforme di ufficiale della Wehrmacht. Oltrepasato il ponte, vengono collocate rapidamente le cariche – a miccia lenta – che eplodono dopo pochi minuti.

 

Diario della Resistenza pag. 25

La storia

Resistenza

Viale dei Martiri

Anche a Bassano del Grappa, tra il 1922 ed il 1943, si affermò il fascismo e dal 1926 il sindaco venne sostituito da un podestà governativo. Con lo scoppio della seconda guerra mondiale e la caduta del regime fascista, la città subì l’invasione tedesca. «Durante la Guerra di liberazione fu uno dei più gloriosi centri di organizzazione della Resistenza». Varie unità operarono nella zona, incluso formazioni delle Brigate Garibaldi, delle Brigate Matteotti e delle Brigate “Italia Libera”. L’evento più drammatico che subì la Resistenza locale fu il «rastrellamento del Grappa» del settembre 1944 (più di 500 morti e 400 deportati), che culminò il 26 settembre 1944 con l’eccidio di Bassano con 31 impiccagioni nei viali cittadini. Responsabile di queste atrocità fu il vicebrigadiere delle SS Karl Franz Tausch.

Il 17 febbraio 1945 un gruppo di 15 partigiani comandati da Primo Visentin (nome di battaglia “Masaccio”) fece saltare il Ponte vecchio: ci furono due vittime. Per rappresaglia i nazisti prelevarono dalle prigioni tre partigiani e li fucilarono sul ponte (Federico Alberti, Cesare Lunardi e Antonio Zavagnin).

Il 28 aprile 1945 anche Bassano del Grappa fu liberata. L’elevato numero di vittime alla fine della guerra valse alla città del Grappa la Medaglia d’oro al valor militare per la guerra di liberazione.

Wikipedia

Oggi accadeva

febbraio 16, 2018

 

A cura di Ennio Boccanera

1938         16         febbraio         Lazio

 

Risultati immagini per reticolati
Reticolati

 

Esce l'<Informazione diplomatica> n. 14; il foglio, diretto in particolare alla stampa nazionale ed estera, contiene un articolo anonimo ( ma steso da Benito Mussolini ) in cui, dopo aver smentito che il regime stia per emanare misure antisemitiche, si afferma però la sua intensione di far si che < la parte degli ebrei nella vita complessiva della nazione non risulti sproporzionata ai meriti intrinseci dei singoli e all’importanza numerica della loro comunità>.

Giorni di Storia n° 36

La storia

LA CAMPAGNA ANTISEMITA IN ITALIA

i documenti ufficiali ed il ruolo della stampa nazionale

di Rosa Castellaro

Materiali didattici utilizzabili per la stesura di un articolo di giornale o di un saggio breve per l’Esame di stato

Parte prima
Il 1938: la nascita dell’antisemitismo di stato

Parte seconda
La partecipazione dei giornali italiani alla campagna antisemita

Parte terza
Il caso “Gazzetta del Popolo”

Parte quarta
Documentazione

UCIIM

Oggi accadeva

febbraio 15, 2018

 

A cura di Ennio Boccanera

1938           15          febbraio            Lazio

m13 40b

Le forze militari italiane

 

Mussolini ordina un controllo nei ruoli degli ufficiali superiori delle forze armate, per verificare se siono presenti cognomi <tipicamente ebraici>.

Giorni di Storia n° 36