Il Punto

Non c’è mai un solo modo per risolvere i problemi,ma per capirli si,ed è quello di conoscerli.
La Grecia negli anni ’80,per opera del suo leader Andreas Papandreou,divento’ un paese schiacciato da un sistema clientelare che convogliò più del 10%dell’intera popolazione nell’amministrazione pubblica;e poichè più gente si occupa di un progetto e meno questo si realizza,la burocrazia che si generò uccise la produttività del paese,l’export si ridusse alla metà dell’import,la corruzione divampò,l’evasione fiscale divenne patologica,il tenore di vita si mantenne alto,e così si è determinato il debito monstre della Grecia.
Il proprietario dell’Olympus Olive Oil,società che esporta il miglior olio del mondo,sostiene che tutto il macchinario per il trattamento dell’olio viene importato dall’Italia.
La confindustria greca denuncia 250 ostacoli burocratici per ogni impresa.
I sindacati sono passati dalla sacrosanta difesa dei diritti dei lavoratori,ad un prepotere che tutto intasa e blocca.
Così la produzione industriale è scesa negli ultimi anni del 31%.
L’Europa è intervenuta nell’unico modo possibile ad un Continente che non è ne federato ne confederato e i cui Governi sono tutti a rimorchio del sistema finanziario,cioè con aiuti economici,110 mld nel 2010 e 130 mld nel 2012,in cambio di un memorandum di regole e di tagli che hanno portato il paese ad una condizione sociale ed economica disperata.
L’elezione di Tsipras è avvenuta con una firma su una cambiale:basta tagli imposti dalla Europa,riconoscimento dei diritti di base come la casa,il lavoro,la sanità.
Nel frattempo la situazione è peggiorata,dalla Grecia ogni giorno 500 mln di euro lasciano il paese fuggendo,la produzione non esiste più,anche il turismo flette e non ci sono soldi per pagare stipendi e pensioni;come potrà onorare la firma su quella cambiale Tsipras?pare con altri prestiti per altri 4 mesi in cambio di altri tagli.
Come farà a dirlo ai greci, Tsipras?chi e quando e come si potranno pagare gli interessi e restituire il capitale?Ma soprattutto in che modo si potrà invertire la tendenza di questo paese?
La Grecia ha dato all’umanità tutto quello che essa possiede:ha inventato la politica,la filosofia,ha prodotto la democrazia,l’arte in tutte le sue forme più illustri;le sue sculture,le sue architetture sono insuperate,i suoi poeti stupiscono ancora oggi,le sue tragedie vengono studiate e copiate di continuo.
Che cosa sarebbe la Merkel,cosa sarebbe Schauble,che cosa sarebbe la Troika se non ci fosse stata la Grecia?
E allora,non fosse altro che per riconoscenza,tutti dovrebbero impedire che un paese tanto meraviglioso imbocchi un declino così terrificante.
Umberto C

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: